AMPLIAMENTO DELLA SCUOLA ELEMENTARE- MONTE DI MALO (VI)

Ente banditore:
Comune di Monte di Malo

Progetto:
Architetto Nicola Isetta
Architetto Paola Rebellato
Ing. Alessandro Michielin (Strutture)
Mountech (MEP)

Dimensioni:
S.U. scuola media 640 m²

Calendario:
2017 dicembre - concorso prima fase
2018 gennaio - concorso seconda fase (4° premio)

L’area di progetto, finora adibita a cortile e posta a nord della scuola elementare, si presenta attualmente in uno stato alquanto disordinato, a causa dei successivi interventi, realizzati evidentemente in fasi diverse: manca una vera visione d’insieme. Partendo da questa premessa, l’obbiettivo che si pone il progetto è creare un polo scolastico unitario e interconnesso, risolvendo al meglio il collegamento con la mensa, integrando le diverse funzioni e, tuttavia, mantenendo una chiara divisione tra gli spazi tecnici e quelli utilizzabili dagli studenti. Inoltre, la nuova scuola media sarà un edificio a basso impatto ambientale con tutte le qualità dell'edilizia contemporanea sia dal punto di vista architettonico che da quello tecnologico. Il volume della nuova scuola si sviluppa sul lato ovest del cortile. Questa scelta è data principalmente da tre fattori di praticità: mantenere l'accesso carrabile a nord est del cortile, non interferire con la centrale termica interrata della scuola primaria e sfruttare la differenza di quota e la rampa esistente sul lato ovest della mensa in modo da accedere agevolmente ad un nuovo locale tecnico seminterrato, dedicato alla nuova scuola media. Inoltre, poiché la scuola sarà utilizzata prevalentemente nelle ore mattutine, costruire sul lato est del lotto avrebbe significato ombreggiare il cortile durante la maggior parte delle ore scolastiche, rendendolo ancor meno vivibile di quanto lo sia attualmente. La nuova scuola si sviluppa su due piani più un piano seminterrato, l'affaccio di tutte le attività principali è verso la piastra polivalente a ovest. Abbiamo preferito l'affaccio a ovest perché più libero da impedimenti rispetto a quello sul cortile, che rimane comunque uno spazio prevalentemente tecnico e di servizio. Il piano terra della nuova scuola è impostato alla quota del piano terra della scuola esistente. Un atrio vetrato ad un piano connette la scuola media con quella elementare, mentre il volume a due piani rimane a 10 m rispetto alla facciata esistente permettendo un'adeguata illuminazione naturale. L'accesso pedonale principale alla scuola media è da ovest. L'atrio di un piano a sud dell'edificio è l'elemento comune di raccordo con la scuola elementare esistente e funge da ingresso alla nuova scuola media, oltre a poter essere utilizzato per la ricreazione o per eventi condivisi. Questo ambiente è vetrato e trasparente in modo da dare una connessione visiva tra i diversi ambienti del polo scolastico, una pensilina protegge l'ingresso principale a ovest e l'uscita sulla corte a est. Una parte del cortile a est è portata alla quota del piano terra, questo “cortile rialzato” è parzialmente coperto da una nuova pensilina di collegamento con la mensa e valorizzato da una porzione di verde che crea una separazione visiva dallo spiazzo sottostante.