CONCORSO SCUOLE INNOVATIVE
SCUOLA PRIMARIA – CRESPANO DEL GRAPPA (TV)


Cliente:
MIUR

Progetto:
Architetto Nicola Isetta
Architetto Paola Rebellato
Ing. Francesco Bertolo (MEP)

Dimensioni:
superficie lorda totale scuola e palestra 2.980 m²
superficie corte interna e tetto verde 2.900 m²
superficie parcheggio 2.080 m²
superficie parco 8.070 m²

Calendario:
2016 concorso

L'area di progetto si trova in uno splendido contesto naturale e panoramico con vista sulla campagna della marca trevigiana a sud e sulle prealpi venete a nord. L'idea progettuale tende alla massima integrazione con questo ambiente in modo da farlo diventare esso stesso parte del percorso pedagogico degli studenti. Il verde, la relazione con gli spazi aperti, l'apertura al territorio insieme alla sostenibilità energetica-ambientale sono le parole d'ordine che ci hanno guidato nella progettazione della nuova scuola elementare di Crespano del Grappa: “La scuola con il giardino sul tetto” è il marchio di fabbrica del progetto e l'elemento di identificazione per i bambini che la frequenteranno. Il volume della nuova scuola è posto sul lato est del lotto, in modo da lasciare spazio per il verde a ovest, dove si gode la vista migliore e si è completamente immersi nell'ambiente naturale. L'edificio si configura come un'ampia piastra di un solo piano fuori terra in modo da inserirsi nel paesaggio in maniera discreta e permettere agli spazi interni di avere sempre un rapporto diretto con l'esterno. Questo requisito è fondamentale per una scuola elementare, in cui il gioco e la vita all'area aperta sono ancora aspetti importanti dell'istruzione. Il volume della palestra svetta a nord e grazie al suo tetto inclinato ospita in maniera efficiente un impianto fotovoltaico. Gli spazi verdi fruibili sono alla base della concezione del progetto, questi sono declinati in tre diverse forme. Il PARCO a ovest della scuola si integra nell'ambiente circostante, qui sono presenti spazi studiati per il gioco, le attività sociali e lo studio all'aperto. All'interno del volume è ritagliata una CORTE centrale che può essere utilizzata per le attività all'aperto dei bambini più piccoli che hanno bisogno di una maggior sorveglianza. Infine la copertura dell'edificio è trattata come un TETTO VERDE, estensione del parco ed elemento caratterizzante del progetto. La terrazza-giardino in copertura permettere di godere al meglio dell'ambiente circostante e, dalla prospettiva dei bambini, ha il fascino di uno spazio particolare, identificante e giocoso. Intono a tutto l'edificio sono presenti degli aggetti a sbalzo di 2 m che garantiscono protezione solare passiva agli ambienti interni e possono essere utilizzati per le attività sociali all'aperto protetti da sole o pioggia. L'ingresso principale alla scuola avviene dall'angolo sud-est attraverso un atrio che si affaccia sulla corte centrale. Tre corridoi vetrati costeggiano i lati della corte e attraversano l'edifico per una massima permeabilità e illuminazione naturale degli spazi interni. Dai corridoi sud e ovest si accede alle aule per le attività didattiche principali che si affacciano verso l'esterno del volume.Nell'ala est un corridoio centrale da accesso agli spazi per le attività speciali e inter-ciclo, alla presidenza, la sala insegnati e la biblioteca. Il corridoio a nord della corte da accesso alla mensa con 100 posti a sedere, alla palestra con campo regolamentare da basket e, infine, all'auditorium da 120 posti.




UN POLO SCOLASTICO E SPORTIVO
L'accesso unico all'area è fondamentale per creare un polo scolastico e sportivo integrato con servizi e parcheggi condivisi


SPAZI VERDI VS SPAZI PAVIMENTATI
Il progetto massimizza la superficie di spazi verdi fruibili per integrarsi al meglio con la campagna circostante, garantendo un ambiente salubre per gli studenti

LA RELAZIONE CON L'AMBIENTE
Le funzioni principali si affacciano a ovest e a sud dove si gode della vista migliore sulla splendida campagna circostante

LA DIVERSIFICAZIONE DEL VERDE
Gli spazi verdi fruibili sono diversificati: Il PARCO intorno all'edificio, la CORTE interna e il TETTO VERDE

L'APERTURA AL TERRITORIO
Sul fronte nord le funzioni aperte alla cittadinanza: la mensa e la palestra condivise con la scuola media e l'auditorium pubblico con accesso indipendente

LA PERMEABILITÀ DEGLI SPAZI
L'edificio e' flessibile e permeabile, i corridoi principali si affacciano sulla corte centrale mantenendo una forte relazione con l'esterno

LE ATTIVITÀ SPECIALI
Gli spazi per le attività speciali sono raggruppati e separati da parenti mobili in modo da poter ospitare setting didattici diversificati

LE ATTIVITÀ DIDATTICHE PRINCIPALI
Le aule per le attività didattiche principali si affacciano verso l'esterno e sono accessibili attraverso i luminosi corridoi che guardano la corte centrale

LE ATTIVITÀ DIDATTICHE ALL'APERTO
In una scuola elementare è fondamentale il rapporto con l'esterno, sono stati perciò concepiti degli spazi per la socialità e lo studio all'aperto

GLI SPAZI ESTERNI COPERTI
Intorno a tutto l'edificio ci sono dei portici che permettono di svolgere le attività all'aperto protetti dal sole o dalla pioggia